Cerca

Filtro ND: Cos’è e Come si usa?

Sicuramente almeno una volta ti sarai chiesto come si può realizzare una fotografia come quella che vedi in questa pagina.

Tra qualche istante ti spiego come funziona un filtro ND e come realizzare questo genere di fotografie in maniera davvero semplice!

Se ami la fotografia paesaggistica o sei spesso in giro per viaggio il filtro ND non dovrebbe mai mancare nel tuo zaino fotografico.

Il filtro ND e infatti indispensabile se vuoi ottenere moltissimi degli effetti che si utilizzano nella fotografia paesaggistica. Sicuramente il più noto è quello che viene volgarmente definito “effetto seta dell’acqua”.

Cos’è il filtro ND?

Il filtro è ND (dove le lettere ND sono le iniziali di Netral Density) serve in sostanza per ridurre l'intensità della luce che raggiungere il sensore penetrando attraverso l'obiettivo.

È un filtro in vetro che subisce diversi livelli di oscuramento a seconda del livello di filtraggio di luce richiesto dal fotografo. Il vetro classicamente di colore grigio ha comunque una costante di opacità su tutta la superficie ed è indipendente da tutti i colori dello spettro luminoso quindi non altera in alcun modo le caratteristiche della fotografia in termini di colori.

Il filtro ND modifica esclusivamente le condizioni di luce presenti sulla scena e di conseguenza la lettura dell'esposizione da parte della tua fotocamera.

Questa alterazione è naturalmente voluta e ricercata per fare in modo che il fotografo possa impostare dei parametri di diaframma e di tempi di scatto utili e versatili al fine di produrre un'immagine fuori dal comune e diversa rispetto alla classica esposizione della scena.

Il filtro ND riducendo parte della luce rende possibile al fotografo utilizzare tempi di esposizione molto più lunghi rispetto a quelli richiesti dalla scena.

Per farti un esempio pratico si comportano come un paio di occhiali da sole e l’effetto che ottiene il fotografo e quello di realizzare delle fotografie con effetti scenografici piacevoli ed unici, trasformando molte fotografie che sarebbero state statiche in immagini assolutamente dinamiche e originali.

Questo tipo di filtri esisto sia in formato quadrato con un sistema di porta filtro che si monta frontalmente all'obiettivo, sia nel più pratico formato rotondo che si applica avvitando il filtro direttamente sulla lente frontale dell'obiettivo.

I filtri ND di migliore qualità sono senza dubbio i filtri di marca HOYA con un ottimo rapporto prezzo prestazioni e in grado di produrre immagini di ottima qualità.

Come si usa il filtro ND

I filtri Nd possono essere disponibili con gradazioni differenti di opacità e quindi con una colorazione grigia più o meno scura in relazione alla capacità di assorbimento della luce desiderata dal fotografo. Per permettere all'utente di riconoscere il valore della densità ogni filtro ND è collegato ad un numero di riferimento.

La sigla ND2, ad esempio, significa che è il filtro ha densità 2 che corrisponde ad assorbimento di 1 stop. In generale, più alto e il numero che segue la sigla ND, più stop di luce saranno filtrati dalla scena e maggiore sarà il tempo di esposizione che il fotografo potrà configurare sulla fotocamera.

Uno dei filtri ND più utilizzati è di certo il filtro ND1000 che in genere riesce a ridurre di 10 stop la luce presente sulla scena. Trovi il link per il tuo acquisto qui

Qui puoi vedere due immagini che mettono in risalto la differenza tra l’utilizzo del filtro e il suo mancato utilizzo sulla stessa scena

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di un filtro ND?

I filtri a densità neutra possono essere impiegati efficacemente per valorizzare l'immagine finale in diversi modi.

Nel caso del tempo di scatto, ad esempio, l’applicazione di un filtro ND permette di aumentare il tempo di posa per dare allo stesso tempo una grande dinamicità e creatività: giocando con i profili delle persone, utilizzandolo nelle fotografie dove è presente l'acqua, con le nuvole in movimento, con automobili in movimento, …

Nel caso del diaframma, consente di ottenere una riduzione della profondità di campo senza variare i tempi di scatto, soluzione davvero utile in giornate molto assolate durante le quali vogliamo comunque ottenere uno sfondo poco nitido dietro il nostro soggetto.


Io utilizzo spesso il filtro ND ad esempio per catturare la magia dei tramonti durante il corso di fotografia a Catania. Se anche a te piace fotografare il tramonto trovi tutti i suggerimenti, come ad esempio quando è il momento migliore per fotografare il tramonto, nell'articolo dedicato a "Come fotografare il tramonto con la tua macchina fotografica digitale" che puoi leggere sempre in questo blog di fotografia.

Concludendo possiamo affermare che, in generale, l'utilizzo di un filtro ND anche di basso valore oscurante, migliora la resa cromatica della fotografia. I colori infatti risulteranno con un tono più marcato e con un contrasto maggiore grazie al potere oscurante del filtro ND.


Libri che ho letto e che sento di consigliarti:

Fotografia creativa in 50 passi. Ediz. illustrata

L'occhio del fotografo. La composizione nella fotografia digitale

Henri Cartier-Bresson. Lo sguardo del secolo


Scopri di più sul Corso di fotografia completo dalla A alla Z

Ascolta i Podcast di AIFE

Rimani aggiornato su tutte le news!

AIFE
ACADEMY
RISORSE GRATIS

Video Corso di Fotografia

Lezione di Fotografia

Dispensa Corso di Fotografia

Ebook Fotografia Express

Blog di Fotografia

SOCIAL
Corsi di Fotografia Catania AIFE Academy
AIFE ACADEMY SCUOLA DI FOTOGRAFIA CATANIA Corso di Fotografia

AIFE Associazione Italiana Fotografi Emergenti, AIFE Academy, Scuola di fotografia

Corso di Fotografia CATANIA e Master in Fotografia CATANIA

Via Ammiraglio Toscano 7, Catania | CF 97120200833 | segreteria@myaife.it 

 Chiamaci al