Cerca

Fotografia creativa: cos'è il diaframma

Uno degli aspetti più interessanti della fotografia è da sempre la possibilità che ha il fotografo di restituire una realtà “diversa” e creativa allo spettatore.


Proprio per questo la cosa più importante da imparare a conoscere e scoprire come funziona è l’apertura. Diciamo subito con questo termine si intende proprio l’apertura fisica all’interno dell’obiettivo e che consente alla luce di raggiungere il sensore (un componente del quale parleremo in un’altro post e che per semplificare sostituisce la pellicola).


La regola assoluta

Per renderti più semplice la comprensione di questo fenomeno puoi ricordare che:


più è ampia l’apertura del diaframma, più luce passerà attraverso essa, più piccola sarà, meno luce colpirà il sensore

Ma il suo vero scopo in realtá non è questo! Cambiare il valore dell’apertura infatti ha un effetto drastico sulla quantità di luce che arriva sul sensore e se il risultato della fotografia è scarso (come illuminazione), viene quasi spontaneo modificare questo valore, ma purtroppo questo non sempre è un bene 😅


È vero che la foto sarà più luminosa di prima, ma cambia anche il modo in cui la fotocamera cattura la fotografia finale


Uno degli utilizzi maggiori è sicuramente nel ritratto, dove l’utilizzo sapiente e consapevole dell’apertura permette di staccare il soggetto dallo sfondo come in questo scatto.


Ma è ottimo anche per creare la giusta atmosfera e concentrare lo spettatore su un particolare come in questi altri 2 scatti



Se avete bisogno di più luce, ma volete mantenere alta la qualità della fotografia e il vostro soggetto è abbastanza fermo, meglio utilizzare un tempo di esposizione maggiore (ne parliamo in un'altro post)


Scopri il corso che parla proprio di questi fondamentali “Corso di Fotografia dalla A alla Z”

Regoliamo l’apertura

La dimensione dell’apertura è regolata da una serie di lamelle sistemate nella parte posteriore dell’obiettivo ed è comandata, nella maggior parte dei casi, da una ghiera sul corpo macchina. Questo componente prende il nome di diaframma e non è un nome casuale 😁


L’apertura del diaframma (adesso possiamo aggiungere anche questo dettaglio) viene misurata naturalmente in diaframmi:  f/2.8, f/3.5, f/5.6 e così via. Per semplificare e ricordare meglio è importante pensare che il numero che segue la lettera f rappresenta la superficie coperta dalle lamelle!


Quindi un numero piccolo indica ampie aperture e viceversa. In sostanza i numeri che seguono la f non si riferiscono alla dimensione fisica del “buco”!


Potrebbero interessarti anche questi articoli:


AIFE
ACADEMY
RISORSE GRATIS

Video Corso di Fotografia

Lezione di Fotografia

Dispensa Corso di Fotografia

Ebook Fotografia Express

Blog di Fotografia

SOCIAL
Corsi di Fotografia Catania AIFE Academy
AIFE ACADEMY SCUOLA DI FOTOGRAFIA CATANIA Corso di Fotografia

AIFE Associazione Italiana Fotografi Emergenti, AIFE Academy, Scuola di fotografia

Corso di Fotografia CATANIA e Master in Fotografia CATANIA

Via Ammiraglio Toscano 7, Catania | CF 97120200833 | segreteria@myaife.it 

 Chiamaci al